Ambulatorio veterinario d.ssa Romanini - omeopatia veterinaria- Salsomaggiore Terme

 

 

Ostacoli burocratici all’uso di medicamenti omeopatici in animaliCome ormai abbiamo scritto in  numerosi articoli precedenti,  in Italia la reperibilità dei medicinali omeopatici e antroposofici è a  rischio a causa di incertezze e ritardi legislativi.  

L’applicazione delle direttive europee ha  infatti equiparato il medicinale omeopatico a quello convenzionale senza tener conto delle sue peculiarità e del fatto  che, in questo caso, siamo di fronte a un  mercato completamente differente. Le  procedure e costi previsti per le registrazioni renderanno di fatto impossibile il  mantenimento dei prodotti attualmente in commercio dopo la fine del 2015,  termine dopo il quale potrà essere messo in commercio solo un medicinale che  abbia ottenuto l’Autorizzazione all’Immissione in Commercio, secondo precise regole. 

Per questo motivo, le principali Associazioni e Società scientifiche mediche della medicina omeopatica e antroposofica  e le Associazioni dei pazienti che utilizzano tali medicine hanno organizzato a  Roma il 24 ottobre un Convegno dal  titolo “ I medicinali omeopatici e antroposofici. Sicurezza, qualità, appropriatezza prescrittiva. L’attualità in Italia ed in  Europa ”. L’obbiettivo è stato fare il punto della situazione insieme ad esperti internazionali ed italiani, alla presenza di  rappresentanti del parlamento, dell’AI - FA, l’Agenzia del Farmaco, del Ministero della Salute, degli Ordini dei Medici  e dei Veterinari. Nelle relazioni  si è posto con forza  l’accento sul tema della disponibilità  prossima e futura di tali medicinali,  nell’ambito del diritto alla cura e alla  libertà di scelta dei cittadini e della  professionalità dei medici esperti in  tali discipline. L’anno scorso è stato firmato un Accordo Stato Regioni che definisce i criteri  di formazione per i medici esperti in  omeopatia, antroposofia e omotossicologia. Tale accordo sottintende un riconoscimento della loro professionalità:  come esercitare tale professionalità se  mancano gli strumenti terapeutici necessari? In Svizzera, dove il referendum  del 2009 ha inserito il diritto costituzionale ad avvalersi di queste medicine, è  stata anche garantita per legge la disponibilità dei relativi medicinali! Nel mio intervento ho voluto in particolare mettere a fuoco le problematiche  specifiche che si trovano ad affrontare i  medici veterinari che usino medicinali  omeopatici. Molti sono i veterinari soci della FIAMO e mi è sembrato importante dar  voce alle loro problematiche. L’uso del  medicinale omeopatico in veterinaria,  soprattutto nel trattamento di animali  destinati all’alimentazione umana, riveste una particolare  importanza, perché  permette di avere  carni senza residui e  garantisce un miglior  impatto ambientale,  per la mancanza di  rifiuti contaminati. Il veterinario che  opera in un allevamento, però, oltre  ai problemi generali  di reperimento, comuni a tutti i medici  omeopati, incontra specifici ostacoli  all’impiego del medicinale omeopatico  necessario perché la  registrazione degli  omeopatici unitari è  fatta per l’uso umano e non viene automaticamente estesa ai possibili impieghi veterinari. Ciò vuol dire che, se il veterinario dovrà curare la mastite di una mucca con  Belladonna, la prescrizione di Belladonna 200 CH dovrà seguire speciali,  complesse procedure perché Belladonna  200 CH è un medicinale omeopatico  registrato per uso umano e può essere  usato per gli animali solo in deroga, con  ostacoli burocratici e organizzativi davvero scoraggianti.  Da qui la necessità di trovare soluzioni intelligenti, tenuto conto che quello  omeopatico è un farmaco che agisce su  qualunque organismo vivente, come dimostrato dalle sperimentazioni in corso  sulle piante presso numerosi centri di  ricerca universitari.

 

Fonte: Il granulo


 Prenota la tua vista omeopatica a:

Salsomaggiore T.
Milano
Verona
Brescia

ContattiContatti

“…[…] noi vediamo, sentiamo, parliamo, pensiamo ma non sappiamo quale energia ci fa vedere, sentire, parlare, pensare e quel che è peggio è che non ce ne importa nulla.
Eppure noi siamo quella energia, questa è l’apoteosi dell’ignoranza dell’uomo […]”.
Albert Einstein

Ci sono due tipi di medicina quella degli schiavi e quella degli uomini.
Quella degli schiavi deve rimuovere rapidamente il sintomo perché possano tornare a lavorare.
Quella per gli uomini liberi cerca di capire il sintomo, il suo significato per la salute del corpo nella sua unità indivisibile, per giungere all’equilibrio di tutta la persona”.
Platone
Contatti
Omeovet si occupa  principalmente di omeopatia veterinaria,  di igiene e salute animale, ma anche di igiene degli alimenti, di agricoltura e zootecnia biologica. Un luogo d'incontro rivolto a tutti, aperto al dialogo, dove instaurare un rapporto confidenziale e di fiducia fra amici degli animali e dell'ambiente. omeovet - omeopatia veterinaria  - Dott.ssa Romanini - Salsomaggiore Terme  - Parma

Dott.ssa Romanini M. Gabriella
veterinario omeopata

Ricevo previo appuntamento:

  • Salsomaggiore T. 
  • Milano
  • Verona
  • Brescia

 

ContattiScrivetemi,  risponderò al più presto alle vostre domande

La mia città

Salsomaggiore Terme - Terme Berzieri
Salsomaggiore Terme

Seguimi su Facebook!