Ambulatorio veterinario d.ssa Romanini - omeopatia veterinaria- Salsomaggiore Terme

 

Dieci domande sull'omeopatiaDieci domande e dieci risposte sull'omeopatia

 

Le dieci  domande più frequenti sull'omeopatia: Cos'è l'omeopatia? Dove nasce l'omeopatia? L'omeopatia  è una cura a base di erbe? Bisogna crederci perché funzioni? Cosa sono i rimedi omeopatici? È vero che i rimedi omeopatici non intossicano? L'omeopatia è un po' una moda? E' adatta alla cura degli animali? Può essere considerata una medicina preventiva? Cosa si cura con l'omeopatia?

 

 

  1. Cos'è l'omeopatia?
  2. Dove nasce l'omeopatia?
  3. L'omeopatia  è una cura a base di erbe?
  4. E' adatta alla cura degli animali?
  5. Bisogna crederci perché funzioni?
  6. Cosa sono i rimedi omeopatici?
  7. È vero che i rimedi omeopatici non intossicano?
  8. L'omeopatia è un po' una moda?
  9. Può essere considerata una medicina preventiva?
  10. Cosa si cura con l'omeopatia?

Cos'è l'omeopatia? 1. Cos'è l'omeopatia?

E' un metodo clinico e terapeutico che cura il paziente nella sua interezza, valutando globalmente sia gli aspetti fisiologici, anatomici, costituzionali ed ereditari, sia quelli emotivi e mentali. Per il medico omeopata il paziente non è un insieme di organi da curare singolarmente, ma un tutt'uno del quale considerare, nella raccolta dei sintomi, anche il lato emozionale e mentale. Questo aspetto assume un ruolo fondamentale nella manifestazione della malattia così come nel conseguimento della salute. Il medico omeopata tiene conto della storia personale e delle differenze individuali di ciascun paziente , curando ognuno, dopo un'accurata visita, con un rimedio personalizzato. Non esistono cure standard, ma ogni cura deve essere personalizzata e adattata caso per caso. Non è sempre consigliabile la soppressione forzata dei sintomi senza prima averne evidenziato l'origine; l'omeopatia non sopprime i sintomi, ma aiuta a curarli dall'interno.

Torna all'indice delle domande

Dove nasce l'omeopatia? 2. Dove nasce l'omeopatia?

L'omeopatia nasce in Germania, per merito del medico Samuel Hahnemann, che formulò le semplici leggi naturali che condizionano salute e malattia. Hahnemann sperimentò su se stesso la cosiddetta legge dei simili studiando gli effetti di numerose sostanze presenti in natura, evidenziando il nesso esistente fra l'insieme di sintomi prodotti da ogni sostanza e l'insieme dei sintomi manifestati dal malato, che dalla sostanza stessa verrà indotto a guarire.


Torna all'indice delle domande

L'Omeopatia è una cura a base di erbe? 3. L'Omeopatia è una cura a base di erbe?

Senza voler sminuire una pratica molto antica come la fitoterapia, occorre sottolineare le molteplici differenze fra l'omeopatia e l'erboristeria,  pratiche che pertanto non devono essere fra loro confuse. L'omeopatia utilizza anche, ma non solo, rimedi di origine vegetale. I criteri diagnostici su cui si fonda la scelta dei vari rimedi, nonché la preparazione e la somministrazione degli stessi, sono totalmente diversi rispetto a quelli dell'erboristeria.

Torna all'indice delle domande

E' adatta alla cura degli animali? 4. E' adatta alla cura degli animali?

L'omeopatia si dimostra efficace soprattutto con gli animali e i bambini. Soprattutto sui piccoli pazienti (i nostri animali da questo punto di vista li possiamo senz'altro considerare come dei "piccoli pazienti"

), l'omeopatia si manifesta non invasiva, energica e sicura. A qualunque età si può trarre giovamento dall'omeopatia, ma è proprio con i bambini e con gli animali che l'omeopatia restituisce i migliori risultati. L'organismo di questi "particolari" pazienti reagisce infatti immediatamente alla sollecitazione terapeutica, rinvigorendosi e diventando quindi meno soggetto alle malattie.

Torna all'indice delle domande

Bisogna crederci perché funzioni? 5. Bisogna crederci perché funzioni?

Assolutamente no! L'omeopatia è una cura per tutti, che ci si creda o meno. Basti pensare, come detto, che bambini ed animali reagiscono molto bene alle cure omeopatiche. In particolare gli animali, animali in senso lato (cani, gatti, cavie da laboratorio, equini, bovini, ovini, caprini, ecc..) e non solo i piccoli animali da compagnia, sono il miglior esempio di come la suggestione non possa avere alcuna influenza sulla guarigione omeopatica. L'omeopatia non si basa dunque su una fede o su una suggestione (effetto placebo), ma su severi criteri terapeutici.

 Torna all'indice delle domande

Cosa sono i rimedi omeopatici? 6. Cosa sono i rimedi omeopatici?

Si tratta di preparazioni ricavate unicamente da principi attivi naturali ottenuti dal regno minerale, vegetale, animale. Queste sostanze pure vengono preparate mediante un particolare processo di diluizione e dinamizzazione che ne attiva le proprietà terapeutiche. I rimedi omeopatici possono essere prescritti solo da medici, cioè da laureati in Medicina e Chirurgia o in Medicina Veterinaria, abilitati all'esercizio della professione medica e iscritti ai rispettivi Albi Professionali. Il Ministero della Sanità italiano, recependo le direttive CEE, ha ufficialmente riconosciuto i rimedi omeopatici come medicinali a tutti gli effetti. Come tali devono essere sottoposti a procedimenti di registrazione necessari per il loro inserimento nella Farmacopea Ufficiale Italiana. Le spese relative ai rimedi omeopatici e alle visite mediche omeopatiche sono deducibili dalla dichiarazione dei redditi.

Torna all'indice delle domande

È vero che i rimedi omeopatici non intossicano? 7. È vero che i rimedi omeopatici non intossicano?

E' vero, gli omeopatici non sono assolutamente tossici. Non contenendo sostanze chimiche allo stato ponderale, agiscono in modo totalmente diverso dai comuni farmaci e non manifestano effetti secondari indesiderati. Se somministrati sotto il controllo del medico non hanno quindi alcuna controindicazione e non provocano effetti collaterali. Si tratta di una medicina leggera, che rispetta l'organismo del paziente proprio perché sfrutta le leggi naturali di guarigione. Per questo gli omeopatici possono essere somministrati in sicurezza anche al paziente in gravidanza e durante l'allattamento. Inoltre, possono assumere vitale importanza nei pazienti allergici o ipersensibili ai farmaci tradizionali.

Torna all'indice delle domande

L'omeopatia è un po' una moda? 8. L'omeopatia è un po' una moda?

Non può essere considerata una moda perché sono ormai più di due secoli che la medicina omeopatica è praticata da medici di tutto il mondo. Da quando è nata, dalla fine del `700, si è diffusa dovunque, e in molte paesi è stata ufficialmente riconosciuta. Addirittura in molti stati europei i rimedi omeopatici sono distribuiti in convenzione nell'ambito del servizio sanitario nazionale, anche in ospedali e case di cura. In Gran Bretagna sono attive diverse strutture ospedaliere, fra le quali il prestigioso Royal London Homoeopathic Hospital, totalmente indirizzate alla medicina omeopatica. Non si tratta dunque di una moda bensì di una realtà scientifica consolidata.

Torna all'indice delle domande

Può essere considerata una medicina preventiva?9. Può essere considerata una medicina preventiva?

Prevenire significa curare un'eventuale predisposizione ad una malattia. L'omeopatia aiuta a conoscere quali siano le tendenze patologiche del paziente prima ancora che queste si manifestino. È un metodo di cura che incrementa le difese, potenzia la resistenza alle malattie, migliora lo stato generale e la condizione psichica del soggetto. Rispetto alla medicina convenzionale l'omeopatia non si limita a battere ed attenuare i sintomi bensì ad identificare e neutralizzare le cause più nascoste della malattia, contrastando o riducendo le recidive. A volte, purtroppo, gli effetti della medicina convenzionale si dimostrano insufficienti e provvisori, o, in alcuni casi, addirittura negativi per la salute del paziente.

Torna all'indice delle domande

Cosa si cura con l'omeopatia?10. Cosa si cura con l'omeopatia?

Non è possibile elencare con esattezza tutte le patologie che si possono affrontare con l'omeopatia, perché ogni paziente è unico ed ogni caso va considerato di volta in volta. L'omeopatia poi, prima della malattia, cura il malato, indipendentemente dalla patologia di cui soffre. Pur non essendo un rimedio assoluto per tutti i mali, si può senz'altro affermare che il suo campo d'azione è molto ampio, proprio perché il paziente è visto nella sua interezza, corpo, emozioni e mente. Si possono così curare sia le malattie organiche che quelle funzionali, sia le acute che le croniche.

Torna all'indice delle domande


Contatti:
Dott.ssa Maria Gabriella Romanini - Medico Veterinario - Salsomaggiore Terme (PR)


 Prenota la tua vista omeopatica a:

Salsomaggiore T.
Milano
Verona
Lonato del Garda (BS)

ContattiContatti

Ci sono due tipi di medicina quella degli schiavi e quella degli uomini.
Quella degli schiavi deve rimuovere rapidamente il sintomo perché possano tornare a lavorare.
Quella per gli uomini liberi cerca di capire il sintomo, il suo significato per la salute del corpo nella sua unità indivisibile, per giungere all’equilibrio di tutta la persona”.
PlatoneContattiOmeovet si occupa  principalmente di omeopatia veterinaria,  di igiene e salute animale, ma anche di igiene degli alimenti, di agricoltura e zootecnia biologica. Un luogo d'incontro rivolto a tutti, aperto al dialogo, dove instaurare un rapporto confidenziale e di fiducia fra amici degli animali e dell'ambiente. omeovet - omeopatia veterinaria  - Dott.ssa Romanini - Salsomaggiore Terme  - Parma

Dott.ssa Romanini M. Gabriella
veterinario omeopata

Ricevo previo appuntamento:

  • Salsomaggiore T. 
  • Milano
  • Verona
  • Lonato del Garda (BS)

 

ContattiScrivetemi,  risponderò al più presto alle vostre domande

La mia città

Salsomaggiore Terme - Terme Berzieri
Salsomaggiore Terme

Seguimi su Facebook!