Ambulatorio veterinario Dott.ssa Romanini - Salsomaggiore Terme - Parma

Cani in ufficioÈ di questi giorni la nuova normativa che permette di portare animali anche nei supermercati, sia pure tenuti al guinzaglio e con la museruola e con i limiti a zone dove possono esserci situazioni di contaminazione di alimenti.

La presenza di animali si è sempre più sviluppata negli anni. Sono sempre più numerosi infatti gli uffici pubblici, i negozi, i bar; i ristoranti, gli alberghi che accettano la presenza di animali che negli ultimi anni sono stati accolti anche sui treni, sugli aerei in cabina, sugli autobus, ecc. Il problema resta quindi solo quello dei proprietari che devono controllare l'animale in modo che non arrechi disturbo e non provochi danni. Noi ovviamente siamo abituati ad averli come presenza costante ai nostri congressi e corsi ma anche negli uffici, visto che molti dei nostri collaboratori vengono al lavoro con il loro cane. Abituati ed educati bene restano tranquilli sotto la scrivania senza disturbare tranne nei rari casi in cui si avvicina qualcuno ''Antipatico'' o vengono in contatto fra di loro.

Venerdi 23 giugno è stata celebrata la 4a Giornata Mondiale dei Cani in Ufficio” realizzata dalla società Purina. In questa occasione sono stati resi pubblici i dati di una approfondita indagine sul tema. I dati raccolti sono molto interessanti. In Italia, nonostante siano solo il 15% delle aziende a conoscere programmi che promuovono la presenza dei cani in ufficio, ben un'azienda su due (46%) dichiara di essere interessata ad attivare progetti che coinvolgano gli animali da compagnia all'interno dei luoghi di lavoro. Sono in vece soddisfatte al 100% le aziende che hanno già aderito al progetto e che hanno notato un aumento della conciliazione tra lavoro e vita privata, un aumento di socializzazione tra dipendenti e della motivazione. In particolar modo sono le aziende più piccole quelle che nel nostro Paese si dimostrano maggiormente interessate. Il progetto, denominato Pets@work e sviluppato dalla società Purina, desidera sensibilizzare anche altre aziende ad adottare politiche di work-life balance che soddisfano le esigenze dei dipendenti di un giusto equilibrio tra vita professionale e privata e aiutano a ridurre lo stress lavorativo delle persone.

Fonte: professione veterinaria   

Questo sito utilizza i cookies

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.